Isola Madre

L'isola Madre, pur essendo la più vasta tra le isole Borromeo non è abitata

Si trova proprio al centro del Golfo Borromeo ed ha una superficie di 7,8 ettari rivestiti prevalentemente da giardini. Ha una lunghezza di 330 metri ed una larghezza di 220 su cui si sviluppano il giardino botanico – tra i più antichi d'Italia – ed il Palazzo Borromeo, edificato sulla parte più alta dell'isola.

È la più grande isola del lago Maggiore e l'atmosfera raccolta, silente ed incantata ne rappresentano la caratteristica principale: un giardino di piante rare e fiori esotici nel quale vivono in piena libertà pavoni bianchi e colorati, pappagalli, anatre e fagiani d'ogni varietà creando il fascino di una terra tropicale.

L'Isola Madre è particolarmente famosa per la fioritura di azalee, rododendri, magnolie, camelie, ma anche per i pergolati di glicini antichissimi, l'esemplare più grande d'Europa di Cipresso del Cashmere di oltre duecento anni,le spalliere di cedri e limoni, la collezione di ibiscus, il Ginkgo biloba.

Nel 1978 è stato aperto al pubblico il Palazzo del XVI° secolo, interessante per la ricostruzione di ambienti d'epoca con preziosi arredi e per le collezioni di livree, bambole e porcellane.
Eccezionale l'esposizione dei "Teatrini delle Marionette" del '600/'800.
L'Isola Madre lascia al visitatore un ricordo di estrema raffinatezza nella cura dei giardini e degli interni, offrendo un contenuto qualitativo destinato ai turisti più esigenti.

www.isoleborromee.it